Parrocchia di San Verano


Omilie

OMELIA XXVII^ Domenica 2022 - Anno C

   «Gli apostoli dissero al Signore: ″Accresci in noi la fede!”. Il Signore rispose: “Se aveste fede quanto un granello di senape, potreste dire a questo gelso: “Sradicati e vai a piantarti nel mare”, ed esso vi obbedirebbe.
   Chi di voi, se ha un servo ad arare o a pascolare il gregge, gli dirà, quando rientra dal campo: “Vieni subito e mettiti a tavola”? Non gli dirà piuttosto: “Prepara da mangiare, stringiti le vesti ai fianchi e servimi, finché avrò mangiato e bevuto, e dopo mangerai e berrai tu”? Avrà forse gratitudine verso quel servo, perché ha eseguito gli ordini ricevuti?     

   Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: “Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare”». (Lc 17, 5-10)


L’evangelista Luca ci presenta tre caratteristiche della comunità cristiana:

 lo scandalo

 il peccato e il perdono

 la fede e il servizio invece del dominio e la gratuità invece del guadagno.


   “Aggiungici fede”. Chiedono i discepoli e chi di noi non ha la stessa domanda da fare al Signore!. Abbiamo bisogno di un di più di fede.

Ma, CHE COS'È LA FEDE?


   La fede nasce dall’accogliere l'amore che ha Dio per noi, è credere all'amore che Dio ha per me.

   E comprendere questo mistero profondo dell'amore di Dio per me che mi permette di perdonare l'altro.


   Per capire meglio dobbiamo riandare alla proposta di Gesù un versetto prima: “se tuo fratello commetterà una colpa sette volte al giorno contro di te e sette volte al giorno ritornerà a te dicendo: "sono pentito", tu gli perdonerai”.


   Se tuo fratello torna tu gli darai fiducia, gli darai credito, un credito immeritato come fa Dio con te;

   Tu crederai nel suo futuro come fa Dio con te. Questo è il perdono.

   Non guardare al passato ma al futuro della persona.

   Gli apostoli, come noi, davanti a questa proposta temono di non farcela, e allora dicono: "Signore, aumenta la nostra fede". Aggiungi fede. È così poca quella che abbiamo!


   Ma qui succede una cosa strana.

   Gesù non esaudisce questa preghiera perché la fede non è un "dono" che arriva da fuori, ma È LA MIA RISPOSTA AL DONO DI DIO.

Segue a Pag 2